Week end a Veroli

Dove abbiamo dormito e mangiato nella cittadina in provincia di Frosinone.

Racconti di Viaggio
Data di pubblicazione 17 March 2014

Provati per voi:
B&B Il Pioppo · Lazio · Veroli
Ristorante Domus Hernica · Lazio · Veroli

Per un week end a Veroli abbiamo cercato una struttura non all’interno del centro storico (per evitare problemi di parcheggio) ma non distante e ovviamente dog friendly, così ho inviato una mail al B&B Il Pioppo.
Dopo poco, mi ha risposto la signora Carla, che gestisce il B&B con il marito. Nessun problema di parcheggio (la struttura è in campagna circa a un km dal centro), i cani sono ammessi (di qualsiasi taglia) e non pagano nessun supplemento.

Arrivare non è stato semplicissimo. Il navigatore (della app di Google Maps) mi ha portata a citofonare in una casa privata. Ma questa è un’altra storia. Vi consiglio comunque di impostare direttamente la via di destinazione “via della Sorda” e di seguire poi le indicazioni (cartelli stradali abbastanza grandi da essere notati) verso il B&B.

Il Pioppo è una villetta di recente costruzione con un ampio salotto, dove viene servita la colazione, e tre camere dedicate agli ospiti. La struttura è circondata da un vasto uliveto, dove Pitagora e Camilla hanno corso e annusato in giro (e dove io mi sono persa). La nostra camera aveva una bella terrazza con una vista mozzafiato sui Monti Ernici.

Per la cena, ci è stata consigliata la Domus Hernica, non so se il ristorante accetti animali: Pitagora e Camilla, esausti dal viaggio, sono rimasti ad aspettare in camera. Uscendo, abbiamo sentito Pitagora ululare come un lupo in montagna, così abbiamo subito avvisato la signora Carla che, passato qualche minuto, sarebbe tornata la calma. Camilla però è intervenuta prima (evidentemente) ed è stato subito silenzio.

Il parcheggio multipiano (custodito) di fronte alla porta del centro storico di Veroli costa un euro per un tempo indefinito. Insomma vale la pena lasciare lì la macchina.
Il ristorante è accessibile su più lati, uno dei quali a pochi passi dal parcheggio.

Il locale è molto bello, come recita il sito: “ricavato nella roccia del duecentesco Palazzo De Gasperis-Aliprandi il ristorante Domus Hernica vi accoglie nel fresco delle sue ampie sale”.

Ordiniamo:

  • Assortimento di salumi con gnocco fritto e marmellata di radicchio (coppa di cinghiale, speack di cinghiale, lardo agli aromi, petto di anatra, carpaccio di bufala)

  • Tavolozza di salumi “F.lli Cironi” con gnocchi fritti

  • Fettucine al cabernet di Atina con speack di anatra e castagne

  • Tagliata di manzo con riduzione di aceto balsamico e patate goffredo



I salumi non ci sono stati presentati (i camerieri erano presi da un’affollata tavolata di “autoctoni”), no i salumi non erano riconoscibili né dalla forma né dal sapore (quindi ci siamo limitate a dire “mi fai assaggiare quello che sa di gomma bruciata?“) eccezion fatta per l’ottimo lardo che si squagliava sullo gnocco fritto. La cena saporita è rimasta però un po’ indigesta.
Siamo rimaste stupite dal fatto che la maggior parte dei commensali in sala ordinasse pesce (il famoso pesce ciociaro)…
Il rapporto qualità/prezzo è eccellente (merita una seconda chance).
Una nota sulle patate goffredo: sembrano patatine Pai grigliate (e non ci sono piaciute).

Al rientro, dopo circa un’ora e mezza di cena, Pitagora e Camilla russavano.

Il giorno seguente abbiamo visitato Veroli.

Dopo aver visto la Cattedrale duecentesca consacrata a Sant’Andrea (ricostruita nel XVIII secolo dopo un terremoto), abbiamo provato a visitare il Museo Civico Archeologico .
Il Museo alle 11.00 era chiuso.
Abbiamo chiesto informazioni al vigile urbano che ci ha mandati in Comune.
Ad una vecchietta abbiamo chiesto come arrivare in Comune.
In Comune ci hanno detto di cercare il centralinista.
Dopo lungo peregrinare sotto il sol leone, abbiamo abbandonato la ricerca del centralinista e abbiamo desistito.

I verolani sono dog friendly. Molte persone passeggiano in compagnia di quadrupedi (che possono entrare, senza problemi, in quasi tutti i negozi).
I pensionati nella piazza non hanno resistito dal fare le coccole a Pitagora e Camilla.

Da non perdere a Veroli: il barbiere vintage a pochi passi dalla piazza della Cattedrale!

TI E' PIACIUTO L'ARTICOLO? CONDIVIDI CON I TUOI AMICI

Altri articoli dalla categoria Racconti di Viaggio

I Sassi di Matera
La gita tra i Sassi, Patrimonio dell'Umanità dell'Unesco, l'intervista tv e i luoghi che abbiamo provato per voi.
Lo staff in viaggio
Il team di Cane in Viaggio che vi racconterà i suoi viaggi e gli esiti dei test di strutture e servizi.
Iscriviti alla newsletter
Ti piacciono i nostri aggiornamenti?
Iscriviti alla newsletter e non perderne nemmeno uno!





Socializza con noi
           
Ultime dalla pagina Facebook