Cucciolo a bordo? Vademecum per il viaggio perfetto

Qualche consiglio pratico per viaggiare con un cucciolo.

Consigli per i viaggiatori
Data di pubblicazione 17 March 2014

Affrontare un viaggio con il proprio gatto, cane o altro animale da compagnia, può rivelarsi non sempre “una passeggiata”, ed è necessario provvedere ad una serie di accortezze per renderlo il più agevole possibile.

Se poi il protagonista del viaggio è un cucciolo, c’è da fare tutto il possibile perché l’esperienza sia non solo non traumatica, ma possibilmente piacevole. Trasformare la diffidenza in fiducia, e far sì che il cucciolo viva l’automobile come un luogo sicuro, di cui potersi fidare in compagnia del padrone, richiede un po’ di lavoro, ma è assolutamente possibile, basta seguire alcuni piccoli consigli.

Attrezzate il sedile dove viaggia il cucciolo con una coperta, iniziate a coccolarlo e prenderlo in braccio vicino all’auto, poi salite continuando a tenerlo in abbraccio. Appoggiatelo sul sedile, sempre vezzeggiandolo. Se lo sentite tranquillo iniziate a compiere (con calma non tutte insieme…) le azioni che in genere si fanno durante un viaggio, quindi con delicatezza chiudete le portiere, fate partire il motore, accendete la radio a basso volume, date un colpo di clacson. Potete farvi aiutare da qualcuno, così avrete un autista mentre vi concentrate sul piccolo.

Se lo vedete reagire pacificamente e con fiducia al nuovo ambiente e allo stare all’interno di esso, siete pronti per viaggiare, altrimenti forse è il caso di dargli un po’ più di tempo prima della prova “definitiva”.

Quando il cucciolo si sente ormai a suo agio, potete partire o far partire il conducente. Controllate sempre le sue reazioni, ma continuate a comportarvi in modo naturale. Verificate come reagisce ad una frenata brusca od ad un’accelerazione. Se inizia a lamentarsi, smettete di accarezzarlo, ma ricominciate non appena smette.

l viaggio non deve superare mai un certo tempo consecutivo, quindi ogni mezz’ora cercate il luogo adatto (che non sia la piazzola dell’autostrada, il rumore e gli stimoli sarebbero eccessivi) fatelo scendere, lasciatelo sporcare se lo necessita e fategli fare qualche passo.

Una volta che siete arrivati, premiatelo, fatelo giocare, coccolatelo: deve percepire in ogni modo di essersi ben comportato.

Questi pochi e rapidi consigli sono pensati soprattutto per in cani, ma possono essere adatti anche per un gattino. La regola generale è comunque di rispettare il più possibile i tempi e le abitudini del cucciolo, e di non scoraggiarsi se il primo esperimento non è un successo: la sua intelligenza e il desiderio di compiacervi alla fine avranno la meglio!

TI E' PIACIUTO L'ARTICOLO? CONDIVIDI CON I TUOI AMICI

Altri articoli dalla categoria Consigli per i viaggiatori

I più gustosi alimenti per cani Monge
La salute ed il benessere del tuo cane sono importanti. Per questo è necessario affidarsi a chi da anni opera nel settore alimentazione per animali da affezione.
Cani e bambini: quando la pet therapy fa miracoli
r
Iscriviti alla newsletter
Ti piacciono i nostri aggiornamenti?
Iscriviti alla newsletter e non perderne nemmeno uno!





Socializza con noi
           
Ultime dalla pagina Facebook